Ex Idrogeno Intestazione R. STAHL

Sicurezza per le
nuove energie

#STAHL4HYDROGEN

Già oggi la domanda mondiale quotidiana di energia è molto elevata.Come possiamo quindi coprire un fabbisogno energetico così elevato con una popolazione sempre in più rapida crescita?A questa sfida si aggiunge il fatto che la quantità di materie prime fossili disponibili è in diminuzione e l'alimentazione energetica del futuro dovrà diventare neutra in termini di emissioni di CO2.

La risposta è semplice: IDROGENO

Nel settore delle energie rinnovabili l'idrogeno spicca nel mix delle fonti pulite, ed è già oggi considerato il carburante del futuro.L'idrogeno è straordinariamente adatto sia come fonte energetica sia come mezzo di stoccaggio.Può essere prodotto in vari modi, tra i quali i più importanti sono l'elettrolisi delle molecole d'acqua e lo steam reforming del gas naturale.In breve, quello dell'idrogeno non è più un settore di nicchia, ma è anzi in rapidissimo sviluppo.

L'idrogeno è tuttavia estremamente infiammabile e sviluppa energie esplosive enormi.Brucia a temperature estremamente elevate con una fiamma invisibile all'occhio umano.Con ciò sorgono nuovi pericoli nell'intera catena di fornitura. 

Sappiamo bene che quando si tratta di sicurezza e protezione antideflagrante sorgono dubbi e domande.Ma non c'è motivo di preoccuparsi: è proprio qui che entra in gioco la nostra azienda.Nel campo della protezione antideflagrante per i settori a base di idrogeno possiamo già vantare un'esperienza pluridecennale, e abbiamo la soluzione migliore per le vostre sfide.

R. STAHL è il vostro "green link".

SAPERE2GO

Un futuro “Ex-citing” grazie all'idrogeno

L'idrogeno è il futuro della transizione energetica, ma è una sostanza altamente infiammabile e, pertanto, pericolosa.Leggete il nostro articolo sulle proprietà dell'idrogeno e su come è possibile evitare efficacemente le esplosioni nelle applicazioni con idrogeno.

Scopri di più

Idrogeno verde - sotto controllo senza problemi

Affinché sia possibile sviluppare un'economia verde sicura basata sull'idrogeno, occorre evitare i rischi per la sicurezza.L'articolo spiega come gli organismi di normazione ISO e IEC promuovono lo sviluppo internazionale delle infrastrutture legate all'idrogeno nel rispetto di standard di sicurezza elevati.

Scopri di più

R. STAHL fa parte della "UK Hydrogen and Fuel Cell Association"

Nel Regno Unito R. STAHL è attiva in diversi progetti e associazioni, adoperandosi per la decarbonizzazione dell'industria e il passaggio alle energie pulite.Scoprite come la nostra azienda valorizza le conoscenze e l'esperienza accumulate negli ultimi 100 anni, perché un futuro energetico sicuro e senza carbonio sia possibile.

Qui è possibile vedere il video

Ex Idrogeno Colin Liversage Dichiarazione R. STAHL

IL VOSTRO PARTNER PER LA PROTEZIONE ANTIDEFLAGRANTE IN TUTTA LA CATENA DEL VALORE DELL'H2

Grazie alla nostra esperienza pluridecennale nella protezione antideflagrante certificata a livello internazionale per i settori industriali basati sull'idrogeno, R. STAHL è il partner ideale per la protezione di ogni molecola di H2, dalla produzione all'uso.Dalla protezione della sorgente di produzione dell'idrogeno negli stabilimenti, allo stoccaggio e al trasporto in serbatoi o gasdotti, fino alla protezione dell'industria e degli utenti finali, R. STAHL ha una soluzione di protezione antideflagrante per ogni possibile applicazione nell'intera catena del valore dell'H2.Create insieme a noi un futuro verde con idrogeno efficiente e sicuro!

X:
Y:
Ex Idrogeno Infografico H2 Intera Catena Del Valore R. STAHL

DOMANDE FREQUENTI, RISPOSTE RAPIDE

1. COS'È L'IDROGENO?

L'idrogeno è l'elemento più comune sul nostro pianeta, un gas incolore e inodore.Nella maggior parte dei casi si trova sotto forma di composti. Se, ad esempio, si lega all'ossigeno (O2), allora dà luogo all'acqua (H2O).

Ha inoltre una dimensione molecolare ridottissima e una densità molto bassa.Rispetto alla densità dell'aria, quella dell'idrogeno è 14 volte più bassa.

Non è tossico né radioattivo.Un'esplosione si può verificare, se un materiale combustibile, come ad esempio l'idrogeno, viene a contatto con l'ossigeno e una sorgente di accensione.L'idrogeno brucia a una temperatura estremamente elevata con una fiamma invisibile ed elevata energia. 

Esistono diversi metodi per la produzione di idrogeno, tra i quali quello usato con maggiore frequenza è lo steam reforming del gas naturale, che permette di ottenere H2 dal metano e dall'acqua.A prescindere dal metodo di produzione, l'idrogeno deve essere separato dal materiale in cui è contenuto attraverso l'ausilio di energia chimica, termica, elettrica o solare.Con il metodo dell'elettrolisi la produzione dell'idrogeno è anche ecologica, in quanto non produce diossido di carbonio (si parla in questo caso di idrogeno verde).Attualmente, con solo il 5%, la quantità di idrogeno prodotto per idrolisi è ancora bassa. Se ne prevede però un aumento significativo nei prossimi anni.

2. COME VIENE PRODOTTO L'IDROGENO?

Esistono molti modi di produrre l'idrogeno.Tra i più importanti figurano l'elettrolisi dell'acqua (2 H2O ––> 2 H2 + O2) e lo steam reforming del gas naturale (CH4 + H2O ––> 3 H2 + CO).

3. COS'È L'IDROGENO VERDE?

Il principio dell'elettrolisi consiste nella scomposizione dell'acqua nei suoi componenti: idrogeno e ossigeno.Per questa operazione è necessaria l'energia elettrica.Nella maggior parte dei casi questa energia viene prodotta attraverso le energie rinnovabili, come quella eolica e quella solare.Il risultato è l'idrogeno verde.Attualmente questo è l'unico metodo per una produzione dell'idrogeno sostenibile e senza alcuna impronta ecologica.Questo gas è sia una fonte energetica sia un mezzo di stoccaggio, ovvero può essere prima stoccato e poi usato all'occorrenza.

La produzione dell'idrogeno è suddivisa per colori. L'idrogeno grigio, ad esempio, viene ottenuto con l'energia del gas naturale, del petrolio e del carbone.Se invece è verde, significa che per la sua produzione sono state usate solo fonti di energia rinnovabili.

4. L'IDROGENO È SEMPRE VERDE?

"Verde" significa che l'energia necessaria proviene da fonti rinnovabili.Poiché questo non è sempre il caso, l'idrogeno non è sempre verde, ma anche di altri colori, come ad esempio:

  • Idrogeno grigio, ottenuto da combustibili fossili. Il gas naturale viene, sotto l'azione del calore, viene trasformato in idrogeno e CO2 (reforming con vapore).La CO2 viene ceduta inutilizzata all'atmosfera.
  • Idrogeno blu, simile all'idrogeno grigio, durante la cui produzione la CO2 viene però stoccata (Carbon Capture & Storage (CCS) = cattura e stoccaggio del carbonio).Poiché in questo caso la CO2 non viene rilasciata nell'atmosfera, questa produzione può essere considerata neutra in termini di emissioni di CO2.
  • L'idrogeno turchese viene prodotto per scomposizione termica del metano (pirolisi del metano).Invece della CO2 in questo caso a separarsi è il carbonio allo stato solido.

5. PERCHÉ PER L'IDROGENO È NECESSARIA LA PROTEZIONE ANTIDEFLAGRANTE?

Un'esplosione si può verificare, se un materiale combustibile, come ad esempio l'idrogeno, viene a contatto con l'ossigeno e una sorgente di accensione.L'idrogeno brucia a temperatura estremamente elevate con una fiamma invisibile ed elevata energia.A causa di possibili esplosioni, questo può comportare notevoli problemi ambientali. 

La manipolazione dell'idrogeno, dallo stoccaggio al trasporto fino all'uso, comporta quindi dei pericoli.Per questo motivo per ogni possibile applicazione dell'idrogeno è necessaria la protezione antideflagrante, per evitare che l'H2 costituisca un pericolo.

Il consistente aumento pianificato della diffusione dell'idrogeno e il consolidamento del suo uso presentano nuovi problemi tecnici di sicurezza, di cui si deve tenere conto lungo tutta la catena del valore.

 

6. QUALI SETTORI SONO INTERESSATI?

A essere interessati, in realtà, non sono solo alcuni settori, ma ogni settore in cui l'idrogeno sia parte dei processi.Nei seguenti casi la protezione antideflagrante è necessaria: 

  • produttori e sistemi che operano con l'elettrolisi dell'acqua.
  • imprese che trasportano e/o stoccano l'idrogeno (ad es. in serbatoi e condotti).
  • Gli utenti finali devono pensare alle soluzioni di sicurezza e implementarle.Questo vale non solo per quei settori che in futuro useranno l'idrogeno e, ad esempio, sostituiranno con esso il carbone, ma anche per utenti come le stazioni di rifornimento,nonché per i relativi clienti che vogliono rifornire le loro auto a basse emissioni con idrogeno.

IL PARTNER MIGLIORE PER LE APPARECCHIATURE DI PROTEZIONE ANTIDEFLAGRANTE PER UN FUTURO A BASE DI H2

Da quasi 100 anni R. STAHL è pioniere nel campo della tecnologia di sicurezza per le aree pericolose.Pensando al futuro e ai nostri clienti, offriamo prodotti innovativi e sistemi integrali ritagliati sulle loro esigenze. E questo in tutto il mondo. Sono infatti disponibili in ogni regione del mondo, con supporto e assistenza in loco.Una panoramica dei vantaggi per i nostri clienti:

  • Un'ampia scelta di sistemi con protezione antideflagrante pensati per le esigenze specifiche del cliente per soluzioni di automazione, tecnologia energetica, tecnologia di illuminazione e prodotti navali specifici e resistenti alle vibrazioni lungo l'intera catena del valore dell'H2.
  • Prodotti e sistemi che possono essere utilizzati anche in aree estreme e sopportare le condizioni ambientali più difficili.
  • La miglior consulenza - Con R. STAHL l'idrogeno non è un problema, grazie alla pluridecennale esperienza nella protezione antideflagrante certificata a livello internazionale per i settori basati sull'idrogeno.
  • Soluzioni moderne e durature per una garanzia di competitività e resistenza. 
  • Prodotti di massima qualità R. STAHL che soddisfano gli ultimi standard e dispongono di certificati specifici del settore.
  • Gestione della qualità di prima classe, dall'idea del prodotto alla produzione e alla manutenzione.Standard di qualità uniformi in tutto il mondo, indipendentemente dal luogo di produzione, sono un caposaldo della filosofia di R. STAHL.
  • Collaborazione con esperti impegnati in un miglioramento continuo del prodotto.Questo grazie al nostro lavoro sulle tecnologie del futuro in collaborazione con comitati e gruppi di ricerca internazionali.

CHIEDETE AI NOSTRI ESPERTI

Indietro

Contattate il vostro interlocutore

*Campi obbligatori
Indietro

Saremo lieti di richiamarvi per una consulenza.

Saremo lieti di richiamarvi per una consulenza.
*Campi obbligatori