Ex Monitoraggio dei Container Telecamera Termica R. STAHL

Monitoraggio dei container

MONITORAGGIO DEI CONTAINER NELLE AREE A RISCHIO DI ESPLOSIONE

Con allarmante regolarità, lo stoccaggio improprio di sostanze chimiche pericolose e il monitoraggio carente dei magazzini sono la causa principale di incidenti industriali disastrosi. A giugno 2020, l'esplosione di un container in una fabbrica indiana di prodotti chimici ha causato una vera e propria catastrofe in cui otto lavoratori sono morti e settantaquattro sono rimasti gravemente feriti. I vigili del fuoco hanno impiegato cinque ore per domare l'incendio. Solo due mesi dopo questo incidente gravissimo, il medesimo è stato superato da quanto accaduto a Beirut. L'esplosione di container pieni di nitrato di ammonio ha devastato gran parte della capitale libanese. Oltre 220 persone sono morte e innumerevoli cittadini hanno subito gravi lesioni.

Dall'interazione non controllata di sostanze pericolose, ossigeno, calore o formazione di scintille possono generarsi situazioni di grandissimo pericolo per la vita delle persone e per l'integrità dei beni materiali, pertanto lo stoccaggio e il monitoraggio di sostanze pericolose depositate in aree a rischio di esplosione sono tra le attività più importanti dei gestori degli impianti.Particolare attenzione viene richiesta per lo stoccaggio di sostanze pericolose in container. Infatti, gli incendi di contanier rappresentano un grande problema a causa delle quantità di stoccaggio spesso elevate e dalla difficile accessibilità. In molti casi, inoltre, occorre fare i conti con un aumentato pericolo di incendi secondari oppure esplosioni multiple. Per interventi di questa natura, i vigili del fuoco non solo devono intervenire numerosi e mettere in campo tutte le loro capacità, ma devono anche disporre di mirate competenze speciali su come gestire gli incendi prodotti da sostanze chimiche. A livello internazionale i vigili del fuoco sono molto attenti e reagiscono prontamente alle chiamate provenienti da ambienti con presenza di sostanze chimiche, anche se spesso in questi luoghi si verificano allarmi errati.

Sistemi CCTV di R. STAHL

R. STAHL, produttore leader di dispositivi di manovra, sistemi di monitoraggio e componenti di rete dotati di protezione antideflagrante, è attivo in questo ambito da svariati anni. Per il monitoraggio di container, serbatoi, condotte e altri potenziali focolai di incendio, ha sviluppato sistemi CCTV personalizzati per i clienti, adattabili in modo flessibile alle diverse condizioni di base e situazioni locali. Per questo, oltre all'hardware, come one-stop-supplier offriamo tutti i servizi essenziali per l'installazione di sistemi moderni e sicuri di monitoraggio video. Tali servizi spaziano dall'ideazione e progettazione, alla documentazione e alla formazione degli utilizzatori, fino a comprendere anche i Factory e Site Acceptance Test (FAT e/o SAT), nonché la messa in funzione dei sistemi di monitoraggio.

Riconoscere i pericoli, evitare gli falsi allarmi

Per garantire l'individuazione affidabile delle fonti di pericolo durante il monitoraggio dei container nelle aree a rischio di esplosione e al contempo prevenire i costosi falsi alarmi, le termocamere IP dotate di protezione antideflagrante di R. STAHL dispongono ora della funzionalità di rilevamento separato del movimento delle fiamme e della temperatura. Grazie a questa funzione, le telecamere intelligenti possono distinguere con precisione, se si tratta "solamente" del movimento delle fiamme oppure se anche la temperatura sta superando il limite predefinito. I tradizionali sistemi di monitoraggio non erano muniti di questa funzionalità, pertanto i vigili del fuoco dovevano intervenire di persona per verificare la gravità della singola situazione.

Il modulo di misurazione impiegato da R. STAHL nelle telecamere della serie EC-840S-TIC diversifica nella registrazione video le varie temperature pixel per pixel. Solo al superamento dei valori di temperatura predefiniti viene emesso l'allarme programmato. L'affidabilità della segnalazione di incendi e degli avvertimenti aumenta la sicurezza del monitoraggio delle aree a rischio di esplosione e riduce notevolmente gli falsi alarmi e i conseguenti costi. Inoltre, i sistemi CCTV con termocamere sono in grado di monitorare tramite apposite immagini termiche anche aree molto estese. In funzione del tipo di termocamera riescono a controllare punto per punto aree di ben 650 m2.

Il concetto generale fa la differenza

Negli impianti chimici o farmaceutici vi sono molte aree che risultano scarsamente visibili da lontano. Solo l'interazione di telecamere dotate di protezione antideflagrante, telecamere industriali e relativo software rappresenta una buona misura di prevenzione. Ad esempio, i condotti, i tragitti di trasporto e le stazioni di carico e scarico di varie aziende chimiche o farmaceutiche vengono controllati con telecamere PTZ a orientamento rapido (Pan/Tilt/Zoom) di R. STAHL. Queste versioni coprono tutti i punti da monitorare, stabiliti per il giro di ispezione, e sono in grado di mettere a fuoco con precisione un determinato punto in 0,2 secondi. Se, durante i giri di ispezione virtuali, vengono riprese immagini di zone, che non devono essere visibili pubblicamente, tali zone possono essere oscurate mediante la funzione "Dynamic Masking". Questa opzione di oscuramento funziona dinamicamente, in modo tale che le aree prestabilite siano sempre nere, indipendentemente dai movimenti di rotazione e messa a fuoco della telecamera. L'ampio spettro funzionale, comprendente la rotazione a 360° estremamente precisa, la messa a fuoco esatta e rapida, l'elevata qualità delle immagini e la stabilizzazione elettronica delle immagini, fa sì che le telecamere PTZ vengano oggi apprezzate in numerose applicazioni.

Guardare anche dietro l'angolo

Negli impianti chimici o in quelli farmaceutici vi sono molte zone difficilmente visibili da lontano. In questi casi, per il monitoraggio dell'ambiente sono particolarmente adatte le telecamere AFZ (Autofocus/Zoom). Per una visibilità completa, comprendente anche le zone nascoste, si consiglia di utilizzare diverse telecamere posizionate in modo da mettere a fuoco le varie zone limitrofe. In questo modo, ciascuna telecamera svolge una parte del lavoro di monitoraggio, mentre l'intero sistema di telecamere fornisce una visione integrale dell'intero luogo. I modelli AFZ, come svariate altre telecamere di R. STAHL, sono progettati per il monitoraggio permanente, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, anche in condizioni estreme e con range di temperature compresi tra -55 °C e + 65 °C. Queste apparecchiature, certificate per essere utilizzate in quasi tutto il mondo, non solo resistono a forti sbalzi termici, ma anche alle nebbia salmastra e alle vibrazioni.

Uno sguardo all'interno: telecamere di monitoraggio di R. STAHL

Per il monitoraggio di serbatoi attraverso vetri di ispezione, offriamo speciali telecamere che vengono posizionate direttamente su tali vetri e che, grazie alla loro elevata sensibilità alla luce, mostrano tutti i processi interni con immagini luminose e nitide. Se, ad esempio, durante il processo la sostanza comincia a schiumare, le immagini della telecamera visualizzate direttamente nella sala di controllo, consentono di prendere contromisure con maggiore rapidità rispetto a quanto si potrebbe fare con i giri di ispezione.

L'occhio che all'esterno vede tutto

Per il controllo esteso a 360° delle aree esterne a rischio di esplosione e di parti complete di impianto, R. STAHL ha sviluppato la telecamera dome della serie EC-750. La sua custodia in acciaio inox antipolvere e immergibile, con il grado di protezione IP68, è adatta all'impiego in ambienti difficili. Sotto il vetro dome trasparente, la testa orientabile e inclinabile con zoom ottico da 18x o 40x consente di effettuare anche riprese da vicino e di ingrandire luoghi particolari e/o soggetti a pericoli. Questa telecamera consente di individuare la presenza di collaboratori non autorizzati oppure di merce disposta erroneamente, di porvi immediatamente rimedio.

Tutte le informazioni vengono inviate a un software di gestione video, come CAYUGA, che grazie alle sue funzionalità fornisce soluzioni di monitoraggio altamente professionali. La soluzione software ampliabile modularmente permette di visualizzare tutte le complessità specifiche del settore. I concetti performanti di gestione degli allarmi sono inclusi negli standard, così come l'intuitivo video player, l'assistente alla configurazione e l'interfaccia analitica per l'integrazione di un ulteriore software di analisi. Inoltre, è possibile integrare sistemi di terzi dedicati al physical security information management, ai controlli degli accessi e agli impianti antintrusione e di segnalazione di incendi.

One-stop-supplier R. STAHL: tutto da un unico produttore

In qualità di one-stop-supplier, R. STAHL segue l'installazione di un sistema CCTV dall'inizio e, se necessario, invia esperti a visitare personalmente l'impianto, così da sviluppare un sistema CCTV su misura, in grado di prevenire incendi, esplosioni e quindi di assicurare l'incolumità di persone, macchine e impianti.