Ex Protezione Remote IO Metano R. STAHL

Utilizzo di I/O remoti sulle navi cisterna per GNL

QUANDO LO SPAZIO NEL LOCALE COMPRESSORE È LIMITATO

Il gas naturale viene estratto in regioni sempre più lontane e poi trasportato via mare dall'altra parte del mondo. Per sfruttare al meglio il volume di carico, a bordo delle piattaforme di produzione o delle nave cisterna vengono utilizzati compressori speciali, che raffreddano il vettore energetico (gas) e lo addensano fino allo stato di gas liquido. Per vari produttori leader di questo tipo di sistemi, R. STAHL fornisce regolarmente stazioni di I/O remoti IS1+ con protezione antideflagrante per la zona 1 con circuiti di segnalazione a sicurezza intrinseca. Queste stazioni sono appositamente ottimizzate per il ristretto spazio di installazione sui compressori e soddisfano i requisiti stringenti per l'utilizzo sulle navi cisterna per GNL.

Ex Remote IO LNG Petroliera metano liquefatto R. STAHL

Stazioni con protezione antideflagrante con I/O remoti per compressori di GNL

I nostri clienti sono costruttori di macchine specializzati nell'industria petrolifera e dei gas. Ogni anno equipaggiano decine di grandi navi cisterna per GNL con compressori speciali. Vengono installati sottocoperta, dove lo spazio a disposizione all'esterno della cisterna di gas è alquanto ridotto. Una struttura compatta delle macchine, così come delle relative stazioni di I/O remoti con moduli I/O e vari elementi di visualizzazione digitale e segnalazione, è quindi obbligatoria. Inoltre, data la diretta vicinanza al gas, per la tecnologia installata è richiesta una versione con protezione antideflagrante per la zona 1.

I nostri clienti, con cui collaboriamo da lungo tempo, ci considerano il loro fornitore preferito. Con R. STAHL ottengono, da un unico produttore, scatole di comando e distribuzione già pronte per il collegamento, con I/O remoti per zona 1, in custodie in acciaio inox appositamente progettate per la relativa commessa, in varie versioni.

Ex Remote IO LNG Compressore R. STAHL

Il sistema di I/O remoti IS1+ nel settore marittimo

Da ormai oltre dieci anni, realizziamo soluzioni di I/O remoti per navi cisterna GNL e FSRU (Floating Storage and Regassification Unit = unità flottanti di produzione, stoccaggio e scarico), impiegate in tutto il mondo con le condizioni ambientali più difficili, in stretta collaborazione con diversi produttori di compressori e fornitori leader di sistemi di automazione. Nella maggior parte dei casi la collaborazione è stata avviata nella fase preliminare con prove accurate in cui, tra l'altro, sono state valutate le possibilità di collegamento in rete offerte dal sistema IS1+. In questa fase abbiamo anche stabilito insieme il design di sistema particolarmente compatto per le stazioni, così da evitare problemi di spazio.

Oltre all'attività ingegneristica per le speciali stazioni in campo, R. STAHL ha assistito i suoi partner anche con i protocolli di comunicazione, ha prestato ulteriori servizi di assistenza tecnica continua fino alla consegna delle navi ed è ancora al loro fianco con un'assistenza after-sales completa.

I segnali a sicurezza intrinseca collegati al sistema di I/O remoti IS1+, inviati da sensori e attuatori relativi allo stato dei compressori, vengono inoltrati, ad esempio, via Profibus DP al sistema di controllo del processo. Per un ampio spettro di tipi di segnali è possibile definire, con esattezza in base alla necessità, il modello e il numero dei moduli da utilizzare. Tramite i moduli Ex i a 8-e/o 16-canali è possibile costruire stazioni molto compatte, cosa che comporta un notevole risparmio di spazio e peso rispetto alle soluzioni tradizionali.

Un ulteriore vantaggio importante del sistema di I/O remoti IS1+ è la possibilità di ampliare l'installazione in modo semplice. Grazie al principio plug-and-play, in caso di necessità, tutti i moduli possono essere aggiunti o sostituiti in loco durante il funzionamento nella zona 1. Il bus di processo a sicurezza intrinseca può essere realizzato con conduttori in rame o fibra ottica e, a seconda delle esigenze, con un'architettura ad anello o ridondante.

Grazie ai materiali delle custodie resistenti all'acqua marina, al design resistente alle vibrazioni e all'insensibilità agli influssi elettromagnetici, i nostri sistemi di I/O remoti IS1+ sono ottimali per le applicazioni nel settore marittimo. Inoltre, soddisfano i maggiori requisiti EMC dovuti alla presenza della strumentazione radio a bordo. Accanto alle dodici diverse approvazioni navali, quali DNV-GL, ABS e ClassNK, il sistema IS1+ è in grado di fornire ulteriori certificazioni per l'impiego versatile in tutto il mondo. Il sistema per la zona 1 ha superato con esito eccellente le accurate verifiche per le navi; non solo può essere utilizzato sotto coperta, ma, se necessario, anche universalmente sopra coperta.

Design delle stazioni pensato per il lavoro pratico

Da circa trent'anni, R. STAHL realizza installazioni su navi e piattaforme offshore con sistemi I/O remoti. L'assortimento per l'equipaggiamento delle navi comprende, oltre al sistema IS1+, numerosi ulteriori componenti elettrici con protezione antideflagrante e custodie in diverse versioni e misure. Le scatole di comando e distribuzione per i compressori, protette contro le esplosioni tramite una combinazione di modi di protezione Ex d ed Ex e, sono dotate di contatti di segnalazione luminosa, commutatori rotanti e tasti di arresto di emergenza di propria produzione. Opzionalmente vengono integrati anche dispositivi di allarme e indicatori oppure sensori di vibrazione di altri produttori.


In primo luogo, la struttura delle stazioni IS1+ semplifica notevolmente l'installazione a bordo e successivamente consente una gestione molto comoda durante il funzionamento. Per le stazioni di compressione vengono utilizzate robuste custodie in acciaio inox del modo di protezione a sicurezza aumentata "e" di R. STAHL che garantiscono una protezione conforme a IP65 (opzionalmente anche superiore). Queste custodie possono essere messe in fila con semplicità e risparmio di spazio. Gli armadi elettrici compatti sono disponibili nelle varianti a 1, 2 o 3 sportelli, consentendo un facile accesso (non ostruendo gli stretti passaggi).

Grazie a guarnizioni e sigillature di alta qualità, questa tecnologia è efficacemente protetta contro le aggressive condizioni ambientali salmastre. Persino il fissaggio delle etichette identificative sugli sportelli dell'armadio elettrico è ottimizzato; infatti le etichette sono fissate solamente dall'esterno mediante dadi. In questo modo non occorre inserire alcuna vite nei fori e poi risigillarli. Questo procedimento non ha alcuna influenza sulla protezione IP.